Fatturazione Elettronica

+1 voto
334 visite

Marcatura temporale e invio non devono coincidere allora?

Non dovrebbe coincidere con la marcatura temporale? Le spiego il mio dubbio più dettagliatamente: io emetto 5 fatture elettroniche, lo stesso giorno. Una di queste 5 fatture non viene accettata dalla PA ‐ quindi devo rettificare eventuali errori ecc
quesito posto 10 Marzo 2015 in Fatturazione Elettronica da Carmine

1 Risposta

0 voti
Risposta migliore
Le confermo che la marcatura temporale riguarda la fase di Conservazione, non la creazione della Fattura. Nell'esempio che cita, una fattura scartata da SdI non richiede note di credito (semmai note di variazione al fornitore che l’ha già registrata sul suo sistema). Se invece la fattura venisse rifiutata dalla PA con altri canali, allora dovrà emettere una nota di Credito/Debito e reinviare una nuova fattura. Se tutto questo lo fa come è abituato a fare oggi, può essere complesso. Se però affronta questo processo con un SW, dovrebbe essere assai più semplice. Nelle relazioni EDI (che supportano l'invio di documenti Ordini, Fatture, ecc.) in formato elettronico strutturato, diffuse da anni tra imprese, si fa in automatico o quasi.

E' diverso il modo di affrontare il processo. Ma non è complicato e a regime si dimostra più veloce e meno costoso.
risposta inviata 10 Marzo 2015 da P. Catti Politecnico (4,910 punti)
Selezionata 11 Marzo 2015 da admin