Fatturazione Elettronica

+2 voti
190 visite

Richiesta campi aggiuntivi da parte delle PP.AA.

Molte Pubbliche Amministrazioni (specie in ambito sanitario per quanto ne so) hanno richiesto ai propri fornitori dei campi aggiuntivi (come un codice cliente, un codice contratto, dei dati relativi a DDT inesistenti) da inserire obbligatoriamente in fattura, pena il rifiuto della stessa.

Fin qui ok, è ovvio che gli servono per smistare/registrare meglio quanto arriva dall'SdI.

Mi chiedo però se non si possa pensare ad un'implementazione del sito IndicePA, aggiungendo quali campi sono richiesti aggiuntivamente da ogni PA, poiché il fornitore che si trova a emettere una FE ad un cliente nuovo, non sa come comportarsi.

Credo inoltre sia insensato andare a chiedere alla PA interessata cosa vuole... considerando che la FE dovrebbe semplificare i processi e non allungarli (visti i tempi di risposta medi delle PP.AA.)
quesito posto 7 Maggio 2015 in Fatturazione Elettronica da Maurizio (140 punti)

1 Risposta

0 voti
La Fattura Elettronica verso la PA non puó essere oggetto di modifica rispetto alle regole fiscali (DPR 633/1972) ed alle regole amministrative in essere.

I campi facoltativi del tracciato standard FatturaPA possono essere richiesti come condizione per poter procedere al pagamento della fattura da parte della PA all’interno dei contratti stipulati con i propri fornitori.

Il SdI non respingerà una FE che non presenta informazioni all’interno dei campi facoltativi, tuttavia la PA ha facoltà di respingere una fattura che non riporta tutte le informazioni previste dal contratto.

Se la PA effettua questi controlli entro 15 giorni dalla data di ricezione della fattura, allora il rifiuto può essere veicolato come notifica attraverso il SdI.

Quindi per rispondere alla sua domanda deve essere verificato se i campi aggiuntivi richiesti adesso sono stati indicati nel contratto/appalto/ordine in essere tra PA e fornitore/prestatore.
risposta inviata 7 Maggio 2015 da Daniele Tumietto (14,550 punti)
modificato 8 Maggio 2015 da Daniele Tumietto
Ritengo che il quesito posto da Maurizio sia quantomai pertinente.... Lato Enti Locali si sta verificando la medesima situazione, e la risposta più comune dei fornitori è che il loro software di gestione della Fattura Elettronica NON permette la gestione di campi aggiuntivi rispetto a quelli obbligatori! (e mi riferisco soprattutto a grandi aziende e gestori di servizi).
Quindi anche l'indicazione di questi campi in contratti e/o ordini è sicuramente un aspetto formale importante, che però non risolve il problema fino a quando anche l'aspetto "tecnologico" non viene gestito.
Quindi anche la proposta di Maurizio può essere un'ottima idea!
Oppure si potrebbe pensare ad atti di indirizzo e/o chiarimento da parte di SDI / FatturaPA....