Fatturazione Elettronica

+1 voto
1,014 visite

Visto della fattura elettronica da parte del Direttore dei Lavori ai sensi del Regolamento Appalti DPR.207/2010 art. 210

L'Art. 210 - Contabilità semplificata, del Regolamento Appalti DPR.207/2010, prevede che "1. Per i lavori in amministrazione diretta di importo inferiore a 20.000 euro e per i lavori effettuati mediante cottimo fiduciario di importo inferiore a 40.000 euro, la contabilità può essere redatta in forma semplificata mediante apposizione del visto del direttore dei lavori sulle fatture di spesa. Detto visto attesta la corrispondenza del lavoro svolto con quanto fatturato, secondo valutazioni proprie del direttore dei lavori che tengono conto dei lavori effettivamente eseguiti. - 2. Il certificato di regolare esecuzione può essere sostituito con l'apposizione del visto del direttore dei lavori sulle fatture di spesa".

Si chiede di conoscere come potrà il Direttore dei Lavori apporre il proprio visto sulla fattura elettronica al fine di consentire di ottemperare alla prescrizione normativa riveniente dal detto art. 210 del Regolamento di attuazione ed esecuzione del Codice dei contratti, DPR 5 0TT0BRE 2010 N. 207

Cordialità.

Angelantonio Cafagno

Senior Consultant @ CSIPA Srl
quesito posto 5 Maggio 2015 in Fatturazione Elettronica da Csipasrl (480 punti)

2 Risposte

+2 voti
Risposta migliore

L'interessante problema mi sembra solo marginalmente relativo alla fatturazione elettronica ma molto più strettamente collegato alla gestione documentale all'interno dell'Amministrazione, per cui va a mio avviso valutato attentamente col Responsabile delle gestione documentale.

Mi vengono in mente almeno due ipotesi da prendere in considerazione:

  1. Firma digitale in formato CADES esterna (viene firmata anche la firma precedente) della fattura elettronica da parte del direttore lavori
  2. Attestazione, firmata digitalmente, del direttore lavori su un documento separato che riporti l'impronta (hash) della fattura elettronica in modo da collegare l'attestazione in maniera univoca alla fattura

La seconda ipotesi è percorribile anche se l'Amministrazione gestisce ancora la documentazione con modalità cartacee, predisponendo l'attestazione su un documento cartaceo sottoscritto con firma autografa.

risposta inviata 5 Maggio 2015 da Gianlazzaro Sanna (30,790 punti)
Selezionata 5 Maggio 2015 da Csipasrl
+2 voti

Corretta la risposta di Gianlazzaro, con riferimento alla gestione documentale, la integro con un'osservazione da un punto di vista fiscale, e semplificherei la soluzione, inviando con la fattura elettronica un allegato contenente una dichiarazione che abbia questo contenuto: "Il sottoscritto ..... , in qualità di direttore dei lavori, attesta che i lavori effettivamente eseguiti trovano corrispondenza con quanto fatturato e, pertanto, si certifica la loro regolare esecuzione".

Tale dichiarazione potrà essere firmata dal direttore dei lavori ed allegata alla fattura, firmandola digitalmente (in sostanza la soluzione n.2 proposta da Gianlazzaro).

risposta inviata 5 Maggio 2015 da Daniele Tumietto (14,550 punti)
L'invio della fattura, generata dalla contabilità dell'azienda appaltatrice, avviene in un momento "separato" dal visto del direttore dei lavori, soggetto terzo rispetto all'appaltatore, che, allo stato attuale, vista la fattura dopo che la stessa sia stata emessa (quindi che sia stata inoltrata all'amministrazione appaltante).
Non ritengo fattibile che l'appaltatore possa procurarsi un visto preventivo del direttore dei lavori, che risponde, con un rapporto fiduciario, all'Amministrazione che lo ha nominato.
La ringrazio per la sua precisazione, a questo punto credo che la soluzione migliore sia quella indicata da Gianlazzaro: "attestazione, firmata digitalmente, del direttore lavori su un documento separato che riporti l'impronta (hash) della fattura elettronica in modo da collegare l'attestazione in maniera univoca alla fattura"