Open Data, trasparenza e diritto d'accesso

+2 voti
48 visite

Dati senza licenza

Se la licenza non è citata come devo considerare i dati pubblicati da una amministrazione?
quesito posto 21 Aprile 2015 in Open Data, trasparenza e diritto d'accesso da Erica B.
modificato 22 Aprile 2015 da Tommaso Del Lungo

1 Risposta

+1 voto

Dal 19 marzo 2013 è diventato operativo a tutti gli effetti (per il passaggio dei 90 giorni previsti dalla legge dalla data di approvazione della riforma) il principio dell'open by default in materia di dati pubblici.

Si tratta di un principio derivante dal combinato disposto degli articoli 52 e 68 del Codice Amministrazione Digitale (CAD).

L'articolo 52 dispone infatti al comma 2 che idati e i documenti che le amministrazioni titolari pubblicano, con qualsiasi modalità, senza l'espressa adozione di una licenza di cui all'articolo 2, comma 1, lettera h), del decreto legislativo 24 gennaio 2006, n. 36, si intendono rilasciati come dati di tipo aperto ai sensi all'articolo 68, comma 3, del presente Codice.

Mentre l'articolo 68, comma 3 (espressamente richiamato) fornisce la definizione del concetto di "dati di tipo aperto: "sono dati di tipo aperto, i dati che presentano le seguenti caratteristiche:

1) sono disponibili secondo i termini di una licenza che ne permetta l'utilizzo da parte di chiunque, anche per finalità commerciali, in formato disaggregato;

2) sono accessibili attraverso le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, ivi comprese le reti telematiche pubbliche e private, in formati aperti ai sensi della lettera a), sono adatti all'utilizzo automatico da parte di programmi per elaboratori e sono provvisti dei relativi metadati;

3) sono resi disponibili gratuitamente attraverso le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, ivi comprese le reti telematiche pubbliche e private, oppure sono resi disponibili ai costi marginali sostenuti per la loro riproduzione e divulgazione. [...]

risposta inviata 21 Aprile 2015 da Tommaso