Fatturazione Elettronica

+1 voto
2,144 visite

Regione Lazio: piattaforma sistema pagamenti obbligatoria?

Buongiorno a tutti, con la presente comunico che l''ufficio ACCORDO PAGAMENTI della Regione Lazio sta inviando alle aziende che emettono fatture verso USL /Ospedali Laziali una mail dove indica come OBBLIGATORIA la loro piattaforma per il caricamento delle  fatture da trasmettere alle PA locali.

Questo il passaggio oggetto della valutazione  :  

In particolare, per le Strutture Sanitarie che operano con le Aziende Sanitarie della Regione Lazio che hanno sottoscritto l'Accordo Pagamenti, sarà obbligatoria la modalità di trasmissione attraverso l'inserimento manuale (maschere web) delle fatture sul Sistema Pagamenti. essendo lo stesso Sistema Pagamenti l'unica interfaccia con il Sistema di Interscambio SDI.

Il Sistema Pagamenti, infatti, fornirà alle Strutture che hanno sottoscritto o sottoscriveranno l'Accordo Pagamenti la funzionalità di inserimento della fattura in formato fatturaPA, attraverso le usuali maschere di inserimento dati (web form), provvedendo quindi ad effettuare l’invio per loro conto al Sistema di Interscambio.

Struttura Regionale di Supporto

DIREZIONE REGIONALE SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA

________________________________

Con la presente Vi chiedo : 

Mi confermate che, anche in presenza di comunicazioni di questo tenore, i canali che possono essere utilizzati dalle aziende sono quelli conosciuti : 

PEC

accreditamento diretto sullo SDI

piattaforma di società Service accreditate

La piattaforma dell'ACCORDO PAGAMENTI  sarà l'unico interfaccia ( in questo caso) tra lo SDI e le PA laziali (Usl ed Ospedali)  ma NON tra le aziende fornitrici e lo SDI.

Grazie

quesito posto 30 Marzo 2015 in Fatturazione Elettronica da MENOCARTA (390 punti)
modificato 30 Marzo 2015 da Eleonora Bove

1 Risposta

+1 voto
Risposta migliore

Le aziende fornitrici che sottoscriveranno - o hanno sottoscritto - l'Accordo Pagamenti saranno tenute a utilizzare la piattaforma della Regione Lazio, ma quelle che non lo sottoscriveranno potranno tranquillamente utilizzare il canale SdI (anzi, non potranno utilizzare la piattaforma prima della sottoscrizione dell'accordo).

 

 

risposta inviata 30 Marzo 2015 da Gianlazzaro Sanna (30,790 punti)
Selezionata 7 Aprile 2015 da Eleonora Bove
Buongiorno, scusate l'insistenza ma non capisco.
La mia azienda  aveva sottoscritto l'accordo pagamenti a suo tempo per ovvi motivi.
Tutte le mie fatture venivano digitalizzate e conservate da una società specializzata della conservazione a norma.
Oggi il mio un conservatore  "oltre a canalizzargli dal 31 marzo le fatture alle PA" farà anche la conservazione digitale delle mie fatture b2b.
PERCHEè  dovrei utilizzare la loro piattaforma?
Cosa succede se, utilizzando il formato FEPA, io canalizzo direttamente alo SDI?
Mi sembra di capire che la sua azienda abbia sottoscritto il vecchio Accordo Pagamenti ma non abbia mai sottoscritto il nuovo Accordo Pagamenti (Accordo 2014) . In caso contrario dalla data di sottoscrizione del nuovo accordo avrebbe dovuto trasmettere tutte le fatture tramite la piattaforma.
Le aziende che non hanno sottoscritto il nuovo Accordo Pagamenti non devono - e non possono - trasmettere le fatture tramite la piattaforma, ma devono invece usare il canale standard SdI.
Buongiorno dott. Sanna, la mia società ha sottoscritto l'accordo nel 2014 , ma le fatture venivano sempre conservate a ns. cura tramite il ns. conservatore.
Proprio per questo sono profondamente stupito dal fatto che , contrariamente a quanto disposto dal DM 55/2013 ,  io non possa scegliere il canale di presentazione allo SDI.
Trasmissione della fattura e conservazione sono indipendenti. Anche utilizzando la piattaforma della Regione Lazio deve comunque provvedere alla conservazione delle fatture, sino a ieri di quelle cartacee e da oggi di quelle elettroniche.
Se sino ad oggi usava la piattaforma dell'Accordo Pagamenti per trasmettere le fatture ritengo che debba continuare ad usarla, ma le consiglio comunque di verificare la situazione con gli uffici competenti.