Fatturazione Elettronica

+1 voto
180 visite

Come si calcola il contributo cassa "ibrido"?

C' è un caso "particolare" in cui in utente emette normale fattura inserendo un contributi cassa che definisce "ibrido" in quanto la società che fattura é composta da ingegneri e altri professionisti a cui corrispondono rispettive aliquote cassa previdenziale.

Come ci si comporta nel caso della fatturazione elettronica? E' possibile inserire un aliquota mista? E' fiscalmente corretto??
quesito posto 24 Marzo 2015 in Fatturazione Elettronica da psgaramella (240 punti)
modificato 26 Marzo 2015 da Eleonora Bove

1 Risposta

+2 voti
Il quesito pone un aspetto di criticità in relazione alle Società tra professionisti multidisciplinari, cioè costituite per l’esercizio di più attività professionali ai sensi dell’art.10, co.8, Legge n.183 del 2011 e nello specifico per quelle società partecipate da professionisti iscritti in Casse di previdenza con diversa contribuzione integrativa.

Ritengo che la soluzione migliore, in carenza di una specifica norma fiscale, sia quella di scomporre (in sede di emissione della FE da parte della Società tra professionisti) il corrispettivo imponibile proporzionalmente alle percentuali di utili destinate ai professionisti soggetti a diversa contribuzione integrativa, con l’avvertenza di determinare dette percentuali senza tener conto dei soci non professionisti eventualmente presenti come soci nella società.

La soluzione pratica da adottare, in sede di emissione della FE, è quella di indicare separatamente le prestazioni per i professionisti che hanno diversa contribuzione previdenziale.
risposta inviata 25 Marzo 2015 da Daniele Tumietto (14,610 punti)
Questa  indicata da Daniele è la soluzione migliore , anche se incontriamo resistenza da parte degli studi associati.