Fatturazione Elettronica

0 voti
619 visite

Come comunicare con il Sistema di Interscambio?

Quali sono i canali attraverso i quali è possibile comunicare con il Sistema di Interscambio?
quesito posto 5 Marzo 2015 in Fatturazione Elettronica da Simone

1 Risposta

0 voti
Risposta migliore

Sono cinque i canali attraverso i quali è possibile comunicare con il Sistema di Interscambio sono i seguenti:


A. Sistema di Posta Elettronica Certificata (PEC) o analogo sistema di posta elettronica basato su tecnologie che certifichino data e ora dell’invio e della ricezione delle comunicazioni, nonché l’integrità del contenuto delle stesse. Non
è necessario alcun accordo preliminare con il SdI: l’indirizzo PEC per le trasmissioni successive viene comunicato
dal SdI con il 1° messaggio di risposta. Consente una dimensione massima dei file per singolo messaggio pari a 30
Mb. Questo canale è utilizzabile da tutti i fornitori della PA.
B. Sistema di cooperazione applicativa esposto su rete Internet fruibile attraverso protocollo HTTPS per i soggetti non
attestati su rete SPC (Sistema Pubblico di Connettività). Questo canale, assimilabile a Web service SOAP, permette
l’invio di un solo file per volta (della dimensione massima di 5 Mb) ed è utilizzabile da tutti i fornitori della PA.
C. Sistema di cooperazione applicativa tramite porte di dominio attestate su rete SPC (Sistema Pubblico di Connettività).
Questo canale sfrutta l’infrastruttura tecnologica e le regole tecniche nate con lo scopo di “federare” le infrastrutture
ICT delle diverse PA per realizzare soluzioni integrate, mediante regole e servizi condivisi: è riservato al dialogo fra Enti
della PA e consente lo scambio di file di dimensione massima pari a 5 Mb.
D. Sistema di trasmissione dati tra terminali remoti basato su protocollo FTP all’interno di circuiti chiusi che identificano
in modo certo i partecipanti e assicurano la sicurezza del canale. Questa modalità è assimilabile ai sistemi
di interscambio dati in formato elettronico strutturato, come per esempio quelli in essere all’interno delle diverse
community EDI attive nel nostro Paese. Consente una dimensione massima dei file per singolo messaggio pari a 150
Mb. Questo canale è utilizzabile da tutti i fornitori della PA.
E. Sistema di trasmissione telematica esposto su rete Internet fruibile attraverso protocollo HTTPS per i soggetti accreditati. Questo canale, utilizzabile da tutti i fornitori della PA purché accreditati Entratel o Fisconline, prevede l’upload
di file su sito Web, secondo modelli assimilabili al paradigma delle Extranet e dei Portali Web-based.

I canali (A) e (E) sono pensati per un invio “manuale” (secondo modelli H2A, human-to-application) di file fattura
generati direttamente secondo le regole di formato previste dal Tracciato FatturaPA. I rimanenti tre canali – (B), (C) e
(D) – sono espressamente concepiti per la gestione di flussi massivi, gestiti attraverso un dialogo fra sistemi informativi
(secondo modelli A2A, application-to-application).

risposta inviata 10 Marzo 2015 da QDF Osservatori (4,170 punti)
Selezionata 11 Marzo 2015 da admin