Fatturazione Elettronica

5 Risposte

0 voti
Risposta migliore

Il SdI effettua una serie di controlli meramente formali sul nome del file, sul formato xml, sulla sottoscrizione della fattura, sull'esistenza dei codici fiscali e partite iva, sul fatto che la fattura non sia duplicata..... L'elenco completo dei controlli si trova nel documento

http://www.fatturapa.gov.it/export/fatturazione/sdi/Elenco_Controlli_V1.1.pdf

La PA deve effettuare tutti i controlli di merito, sulla corretta esecuzione della fornitura o della prestazione, sulla correttezza degli importi, sulla presenza del CIG e CUP se necessari.....

Sostanzialmente la PA dovrà effettuare i controlli che faceva prima sulle fatture cartacee, ma un primo lavoro di sgrossatura viene eseguito dal SdI. E potrebbe essere agevolata dal sistema di contabilità, che potrebbe caricare in automatico i dati, evidenziando gli eventuali errori rilevabili automaticamente e collegando la fattura ai documenti a monte, quali contratto, DDT, ecc.....

risposta inviata 13 Marzo 2015 da Gianlazzaro Sanna (30,790 punti)
Selezionata 14 Marzo 2015 da Gianni D.
0 voti
SdI controlla la nomeclatura file, integrità, autenticità del certificato di firma,la conformità del formato e validità del documento, l'aliquota IVA e la coerenza della data.

Mentre all'Ente spetta controllare al ricevibilità della fattura, la presenza del CIG e CUP.
risposta inviata 13 Marzo 2015 da Mirko Palmieri (3,270 punti)
0 voti
A questo link vengono esplicitati tutti i controlli che effettua lo SDI: http://fatturapa.gov.it/export/fatturazione/sdi/Elenco_Controlli_V1.1.pdf
risposta inviata 13 Marzo 2015 da D&L Department Lisi (6,450 punti)
0 voti

L'Amministrazione controlla principalmente che gli elementi della fattura corrispondono innanzitutto alla commessa. Che ci sia il CIG/CUP corrispondente. Che ci siano gli elementi obbligatori previsti dal Decreto IVA, nello specifico art. 21 c. 2 (633/1972) - Principalmente che ci sia imponibile, imposta e IVA.

Inoltre, che ci siano le annotazioni richieste dalla normativa vigente, principalmente:

* Per operazioni soggette ad IVA "scissione dei pagamenti";

* Per le operazioni senza IVA e soggette a bollo "bollo assolto ai sensi del DM 17 giugno 2014"

Penso sia tutto.

PS. Se non cambiano la grafica delle Fatture Elettroniche, si rischia la cecità entro pochi mesi.

risposta inviata 18 Marzo 2015 da Domenico Ventriglia (150 punti)
0 voti
E' necessario aggiungere che lo SDI provvede a verificare se la fattura è stata inviata più volte.

Il reinvio della fattura è permesso solo se in precedenza la fattura era stata scartata dall'Ente e, la ricevuta di scarto, era già stata emessa dall'Ente in questione.
risposta inviata 19 Marzo 2015 da seveweb (200 punti)