Conservazione sostitutiva e digitalizzazione

+1 voto
409 visite

Con quale frequenza bisogna attivare la conservazione?

Per quanto concerne la gestione del ciclo passivo della Fattura PA è obbligatorio per la Pubblica Amministrazione attivare la Conservazione Digitale? Con quale frequenza bisogna attivare la conservazione (es. ogni mese, ogni 6 mesi o secondo manuale)?
quesito posto 9 Luglio 2015 in Conservazione sostitutiva e digitalizzazione da Nanni B.

2 Risposte

+1 voto
Risposta migliore
Annuale.

Il DM 17 giugno 2014 all'art.3 indica che il processo di conservazione elettronica dei documenti deve essere effettuato entro tre mesi dal termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi per l’anno di riferimento. I soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare il termine ultimo per conservare elettronicamente i documenti è il 30 dicembre dell’anno successivo a quello di riferimento, posto che il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi è il 30 settembre, a cui si sommano i tre mesi previsti dalla citata norma.

Per esempio: se una fattura è stata emessa/ricevuta il 31 luglio 2014, dovrà essere conservata entro il 31 dicembre 2015 (tre mesi dopo il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi del periodo di riferimento fissato al 30 settembre 2015).
risposta inviata 9 Luglio 2015 da Daniele Tumietto (14,550 punti)
Selezionata 9 Luglio 2015 da Tommaso Del Lungo
+1 voto
Sì, è necessario prevedere la conservazione delle fatture. La frequenza è dettata dal decreto MEF 17 giugno 2014 che è annuale
risposta inviata 9 Luglio 2015 da Enrica Massa