Fatturazione Elettronica

1 Risposta

0 voti
Risposta migliore

Sul requisito della univocità della numerazione delle fatture non si fa differenza tra gestione fatture elettroniche e quelle cartacee, c’è piena parità e quindi per non sbagliare basta far riferimento alla
Risoluzione Agenzia delle Entrate n. 1/E del 10 gennaio 2013 Articolo 21, comma 2, lettera b), del D.P.R. n. 633 del 1972 – Chiarimenti in materia di numerazione delle fatture.

Nella pratica è possibile ripartire da 1 e quindi continuare ad adottare il sistema di numerazione progressiva per anno solare, in quanto l’identificazione univoca della fattura è, anche in tal caso, comunque garantita dalla contestuale presenza nel documento della data che, in base alla lettera a) del citato articolo 21, costituisce un elemento obbligatorio della fattura.

Inoltre, non vi sono criticità in merito alle verifiche da parte del Sistema di Interscambio, in quanto le verifiche al fine di intercettare un accidentale re-invio della stessa fattura (fattura duplicata nel medesimo anno di emissione), per la quale non sia stata inviata al soggetto trasmittente una notifica di scarto oppure di rifiuto da parte del destinatario. Il SdI controlla che la fattura che sta esaminando non sia stata già trasmessa ed elaborata, in relazione ai seguenti dati contenuti all’interno della fattura:

- identificativo cedente/prestatore;
- tipologia documento;
- anno della data fattura;
- numero fattura.

http://www.fatturazioneelettronica.eu/faq.asp#tredici

risposta inviata 11 Marzo 2015 da Mirko Palmieri (3,270 punti)
Selezionata 11 Marzo 2015 da Mirko Palmieri