Conservazione sostitutiva e digitalizzazione

+1 voto
933 visite

Conservazione sostitutiva fatture ricevute

Perchè la fattura ricevuta  possa essere inviata in conservazione sostitutiva , devono essere apposti dei dati contabili (numero protocollo /serie protocollo e data registrazione, o numero registrazione libro giornale) oppure sono sufficienti quelli gia indicati in fattura  ossia fornitore, numero e data fattura, identificativo  sdi e data ricezione?
quesito posto 24 Giugno 2015 in Conservazione sostitutiva e digitalizzazione da Rg (240 punti)
ri-taggati 24 Giugno 2015 da Tommaso Del Lungo

1 Risposta

+1 voto

I metadati che devono accompagnare le fatture sono descritti nel Manuale di conservazione che ogni Responsabile della conservazione (che deve essere formalmente nominato) deve obbligatoriamente predisporre.

Ai metadati minimi previsti per i documenti amministrativi informatici (si veda l'allegato 5 del DPCM 3 dicembre 2013 "Regole tecniche in materia di sistema di conservazione...")

  1. codice identificativo dell’amministrazione;
  2. codice identificativo dell’area organizzativa omogenea;
  3. data di protocollo 
  4. progressivo di protocollo 
  5. oggetto
  6. mittente
  7. destinatario

devono essere aggiunti almeno i dati richiesti dalle norme tributarie riguardanti la corretta tenuta
della contabilità e quelli necessari per permettere le ricerche prescritte dal DMEF 17 giugno 2014 (cognome, nome, denominazione, codice fiscale, partita IVA, data).

Ogni Amministrazione può poi aggiungere ulteriori dati che ritenga utili.

 

risposta inviata 24 Giugno 2015 da Gianlazzaro Sanna (30,790 punti)
3.data di protocollo
4.progressivo di protocollo

Nell'allegato 5 non vedo evidenza di questi due dati. Intendono il protocollo informatico dell'ente (trattandosi di pa) per ogni documento in ingresso, oppure del protocollo iva che viene assegnato dalla contabilizzazione della fatture nei registri iva ?
L'allegato 5 relativamente ai metadati minimi previsti per i documenti amministrativi informatici riporta

L’insieme minimo dei metadati del documento amministrativo informatico è quello indicato agli articoli 9 e 19  delle  regole  tecniche  per  il  protocollo  informatico  di  cui  al  D.P.C.M. 31  ottobre 2000 e  descritti  nella Circolare AIPA del 7 maggio 2001, n. 28.

Il riferimento è al protocollo informatico dell'ente