Fatturazione Elettronica

+2 voti
1,602 visite

inserimento partita iva nei dati cliente per la fattura elettronica

Nelle province autonome di Trento e Bolzano le PA non accettano fatture in cui nella loro anagrafica sia inserito il codice fiscale.

Esattamente qualcuno potrebbe indicarmi cosa obbligatoriamente va inserito nei dati della PA? Partita Iva o Codice Fiscale? Se si inserisce la partita iva chiaramente il SDI scarta la fattura con notifica del codice errato pertanto non vi trovo soluzione al momento.

Grazie
quesito posto 19 Giugno 2015 in Fatturazione Elettronica da psgaramella (230 punti)
ri-taggati 9 Luglio 2015 da Eleonora Bove

1 Risposta

0 voti

Occorre premettere che è obbligatorio indicare in fattura la partita IVA del cliente (se soggetto passivo IVA) o il codice fiscale (se il cliente agisce in veste di privato consumatore). Un ente pubblico può essere soggetto passivo IVA o agire in veste di privato consumatore.

Il SdI verifica sempre che la partita IVA indicata in fattura (nel campo IdFiscaleIVA) sia presente nell'anagrafe tributaria e scarta la fattura in caso contrario. E' possibile verificare l'esistenza della partita IVA nell'anagrafe tributaria all'indirizzo https://telematici.agenziaentrate.gov.it/VerificaPIVA/Scegli.do?parameter=verificaPiva 

Relativamente al caso prospettato delle province autonome di Trento e Bolzano si segnala che si tratta di soggetti passivi IVA e pertanto deve essere indicata la partita IVA e non il codice fiscale (in realtà partita IVA e codice fiscale coincidono ma il valore deve essere inserito nel campo IdFiscaleIVA e non nel campo CodiceFiscale). Appare improbabile che il SdI scarti le fatture per l'inserimento della partita IVA di tali enti nel campo IdFiscaleIVA: in tal caso si tratterebbe di un errore del SdI!

risposta inviata 20 Giugno 2015 da Gianlazzaro Sanna (30,790 punti)