Conservazione sostitutiva e digitalizzazione

0 voti
104 visite

Il responsabile della conservazione di una società privata al 100% partecipata da un ente locale

La società a cui appartengo è una società privata la 100% partecipata da un ente locale. la società svolge in house servizi per il Comune. Considerato che la società è obbligata alla fatturazione elettronica e pertanto alla conservazione documentale, e considerato le nuove norme del CAD che fanno rientrare la società come se fosse una amministrazione pubblica, pongo il quesito se il soggetto a cui si affida la conservazione sostitutiva documentale debba essere accreditato.

Grazie

Paolo Paladino
quesito posto 13 Novembre 2015 in Conservazione sostitutiva e digitalizzazione da Paolo Paladino (180 punti)

1 Risposta

+1 voto
Risposta migliore

Se la società deve essere considerata una pubblica amministrazione non c'è dubbio che, sulla base dell'art.5 c.3 del DPCM 3 dicembre 2013, in caso di affidamento all'esterno del servizio di conservazione debba necessariamente rivolgersi ad un conservatore accreditato.

Infatti l''art.5 c.3 del DPCM 3 dicembre 2013 fa esplicito riferimento alle Pubbliche amministrazioni.

risposta inviata 13 Novembre 2015 da Gianlazzaro Sanna (30,790 punti)
Selezionata 16 Novembre 2015 da Tommaso Del Lungo