Conservazione sostitutiva e digitalizzazione

0 voti
206 visite

Conservazione fatture rifiutate e successivamente corrette

E' stato piu' volte affermato che, nel caso in cui la Pubblica Amministrazione invii una ricevuta di rifiuto relativa alla fattura elettronica emessa, non occorre emettere nota di credito elettronica a storno della fattura; basterà emettere nuovamente la fattura con le dovute correzioni.
Ci si chiede: in tal caso, il fornitore emittente dovrà inviare in conservazione sia la fattura originale rifiutata che quella corretta accettata, anche se aventi lo stesso numero progressivo?
quesito posto 10 Novembre 2015 in Conservazione sostitutiva e digitalizzazione da SPLITSUPER (150 punti)

1 Risposta

+1 voto
La fattura rifiutata dalla Pubblica amministrazione per il fornitore risulta comunque regolarmente emessa e pertanto deve essere conservata. E' opportuno, anche se non strettamente obbligatorio, inviare in conservazione tutta la documentazione relativa come la ricevuta di consegna del SdI e la notifica di esito committente dell'Amministrazione.

Inoltre in contabilità dovrà essere annotato lo storno della fattura.
risposta inviata 10 Novembre 2015 da Gianlazzaro Sanna (30,790 punti)
SE LA FATTURA è STATA SOLO CORRETTA CHE STORNO DEVO FARE IN CONTABILITA?
La fattura risulta regolarmente emessa e pare pertanto opportuno tener traccia di quanto avvenuto.